lunedì 5 dicembre 2016

Mauro inizia la salita....

Ci siam sentiti oggi via whatsapp, e non ci sentiremo più fino al 19: inizia la salita.
E' carico di energia ma anche per il peso dello zaino: la difficoltà maggiore dell'Aconcagua sono i venti gelidi che sferzano la vetta. Preghiamo che il tempo buono si mantenga e che abbia la forza di ascendere. E che torni sano e salvo!
Com'è lontano il giorno in cui per ridere fotografai al Decathlon questo segnale...

venerdì 2 dicembre 2016

Partito!

Mauro è partito per l'Aconcagua, primo scalo Paris Charles De Gaulle, secondo scalo S. Paulo Gruarulos, poi Argentina, Mendoza....
ho i lucciconi...

lunedì 28 novembre 2016

-3

-3 gg alla partenza e già mi manca, il pellegrino Mauro!
E pensare che qualche anno fa nemmeno sapevo che esistesse una montagna con questo nome... Aconcagua. Ho scritto alla mia cara amica Chetty che vive a NY e mi ha risposto inviandomi questo link, che vi invito a leggere, in cui scalatori italiani si raccontano nella loro avventura su questo monte.... Ho da preoccuparmi?
Questo invece è il cartello di benvenuto al parco, in una foto di "depesit"


http://www.gobelluno.it/2013/03/03/laconcagua-e-toccare-il-proprio-limite-sentirlo-vederlo-prenderlo-per-mano/

Ps Un nostro amico, Raffaele Iacono, in trentino ai musei di Messner, sentì questo grande uomo parlare. Mi racconta: «mi sorprese una frase il cui significato era: il cammino è una metafora dell'esporazione interiore di noi stessi. Ed io che lo avevo sempre pensato solo come grande esploratore e conquistatore di vette».

martedì 8 novembre 2016

Finita la via, ed ecco le prove, eppoi Monopoli non è solo un gioco...

Questo il "testimonium", il diploma del pellegrino compostelliano, ed anche la testimonianza di quanto avvenuto.

Ecco uno dei resoconti del pellegrino Mauro, ora finalmente a casa!
http://pineroloindialogo.it/pineroloindialogo2016/pineroloindialogo11_2016/viaggiare.htm

domenica 30 ottobre 2016

La prova ed il ricordo del pellegrinaggio: il testimonium e la credenziale completa

 S. Maria di Leuca e la stele che ricorda il passaggio di S. Pietro qui approdato andando in viaggio verso Roma. La leggenda vuole che sia stato l'approdo anche di Enea…


questo il cammino da Roma fino al tacco

Il Pellegrino, oltre a portare nel cuore l'ospitalità della gente del nostro Sud, 
porta a casa il "documento d'identità" 
la compostella, con i timbri delle ospitalità, dei monasteri, delle parrocchie
(dove non c'era accoglienza Mauro è stato costretto ad andare in B&B, ma solo poche volte)


e infine il testimonium!

Buon ritorno, stanotte, col treno, ti penso forte forte

venerdì 28 ottobre 2016

La Via Francigena del sud alla Mondadori

A Pinerolo: mercoledì 2/11 h 17 pellegrino si racconta
Vi aspettiamo alla nostra proiezione e condivisione. Ingresso libero.